Passa ai contenuti principali

Post

Le voci della Pirandello su Radio “Bull-Aut”

Nei mesi di ottobre, novembre e dicembre gli studenti delle classi seconde della scuola media Pirandello si sono cimentati nella realizzazione di un podcast sul tema del bullismo e del cyberbullismo; tale attività è stata parte integrante del progetto Hackathon, organizzato dalla Regione Lombardia, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale. Tale progetto ha visto per la prima volta il coinvolgimento delle scuole secondarie di primo grado di tutto il territorio regionale e nazionale, e quest’anno ha sviluppato il tema: "Curare le relazioni umane per prevenire il cyberbullismo e formare alla sicurezza in rete". Il format utilizzato nell'edizione 2022 è stato ancora più innovativo rispetto agli anni precedenti. Si è puntato sul podcast, una registrazione radiofonica di massimo tre minuti realizzata da ogni scuola partecipante al progetto, che ha permesso di dare vita a "RADIO BULL-AUT", una web-radio dedicata al tema delle relazioni e della s
Post recenti

Un Alfabeto dei diritti realizzato dai bambini per i bambini

LEGGI IL LIBRO DELL'ALFABETO DEI DIRITTI Il nostro Istituto Comprensivo ha deliberato un “Calendario delle giornate speciali" dedicate alla riflessione di temi civili e sociali da affrontare nell’ambito dell’Educazione civica. Una di queste date importanti è quella del 20 novembre relativa ai diritti dell'Infanzia e dell' Adolescenza. Ogni anno si celebra, infatti, la Giornata Mondiale dei diritti dei bambini. La data coincide con il giorno in cui l’Assemblea generale ONU ha adottato, nel 1959, la Dichiarazione dei diritti del fanciullo e, nel 1989, la Convenzione sui diritti del fanciullo. A questo proposito la Commissione Educazione Civica ha pensato ad un'iniziativa rivolta a tutti gli alunni dell'Istituto Comprensivo e ha proposto la realizzazione di elaborati che sono confluiti in un alfabeto dei diritti dei bambini, raccolto in un libro digitale (leggilo QUI ) e un prodotto artistico poi esposto nella piazza del Seminatore. Ogni classe, con l’aiuto

La legalità mette radici: ecco l'"Albero di Borsellino", nato dalla volontà di scuole e Amministrazione

Nel nome della legalità, a Sedriano, scuole, Amministrazione e comunità cittadina sono riuscite a realizzare un altro bellissimo progetto. Venerdì 4 novembre si è infatti svolto “Insieme per la legalità”, un momento di festa e condivisione per celebrare la volontà di costruire un futuro basato su questo imprescindibile valore. Alunni, docenti, famiglie e autorità si sono dati appuntamento alle 17 presso il giardino della legalità, che è sbocciato lo scorso anno in piazzetta san Francesco con i fiori realizzati dai bambini. Da questo luogo simbolico il corteo si è poi diretto in piazza del Seminatore, in sala Costa, dove si è svolto il collegamento con Salvatore Borsellino, fratello del magistrato, cui gli studenti hanno posto numerose domande e che ha commentato: “La mafia verrà sconfitta da un esercito di maestre. Studiate perché la mafia teme l’istruzione e la cultura”.  Infine, proprio al centro della piazza, nel cuore del paese, è stato piantumato l’ “Albero di Borsellino”, a memor

La scuola che legge: disegnare i classici. Un progetto della 1E della Pirandello

Durante l'anno scolastico appena concluso la classe 1E della scuola secondaria di primo grado "Pirandello" si è cimentata in un interessante progetto di lettura, proposto e realizzato grazie alle docenti Teresa Bruzzese, Laura Oldani e Francesca Zuccarino. Il libro scelto è un intramontabile -ormai classico- romanzo per ragazzi: "L'occhio del lupo" di Daniel Pennac. Gli alunni hanno, in primis, letto il libro, addentrandosi insieme nella trama che vede per protagonisti un lupo braccato e rinchiuso in uno zoo ed un ragazzo che viene dall'Africa verde e diverrà un famoso narratore di storie. Dopodichè la classe si è divisa in gruppi e ciasun team ha realizzato una rappresentazione grafica del romanzo, disegnando e riprendendo i momenti chiave della storia. Ogni gruppo si è organizzato in modo da gestire il flusso di lavoro con efficienza: è stato necessario individuare i ruoli di disegnatori, grafici, scrittori... "Quando ci hanno presentato il proget

Serata di gala e red carpet per i remigini della Rodari

Il giorno 27 giugno, alle ore 19, si sono aperte le porte della Scuola dell'Infanzia "G. Rodari" per il meraviglioso evento di gala dedicato ai bambini remigini che il prossimo anno scolastico "voleranno" alla scuola primaria. Con abiti eleganti, con gli applausi dei genitori, il tifo delle maestre e ognuno con la propria emozione, i bimbi hanno percorso il "red carpet" entrando a scuola come protagonisti del ricevimento. Tante sorprese e sorrisi hanno deliziato la serata.. . Il tempo si è fermato per poche ore e ha regalato a tutti, grandi e piccini, un momento intimo da portarsi nel cuore per sempre. Grazie bambini! Le vostre maestre

QUESTIONE DI GUSTO

Ho sempre creduto che il percorso formativo di una persona sia molto di più della sua istruzione, ossessivamente misurabile e misurata, finalizzata allo svolgimento di un ruolo spesso inconsapevole ed indesiderato, pertanto disumanizzante. L'avventura di crescere è foriera di profumi e sapori, colori e suoni, forme, consistenze. Quanto attiene la sfera cognitiva è solo una parte -per altro minore- della meraviglia che ogni essere umano porta dentro; la sfida diviene allora l'e-ducazione (etimologicamente: l'accompagnare fuori) di questa ricetta stellata che ciascuno porta dentro. Da qui nasce l'idea di proporre ai fantastici ragazzi delle classi seconde dell'altrettanto mitica Secondaria Pirandello il compito di realtà costruito intorno alla ricetta "Riso oro e zafferano" di Gualtiero Marchesi.  Ma andiamo con ordine.  All'inizio dell’anno scolastico provo a fermarmi un attimo per rendermi conto che di fronte a me, in ogni classe, prima che esserci deg

Sedriano a colpi di… Statistica!

clicca sull'immagine per vedere l'infografica nel dettaglio Un anno intenso per i ragazzi della classe 3^B della Pirandello che, tra prove INVALSI, preparazione all’esame di Stato e tante altre imprese intercorse, si sono lanciati in un’interessante iniziativa… una competizione statistica! L’obiettivo? Descrivere la popolazione di Sedriano attraverso un progetto creativo.  Per prima cosa, i ragazzi hanno scoperto il significato di Censimento, del suo ruolo nella storia e della sua importanza oggi e, dopo aver guadagnato un punteggio di partenza (29/30 - bravo Alessandro Speranza!) con le “Censigare”, una prima competizione con altre 270 classi di tutta Italia, di cui 177 della scuola secondaria, è iniziato il vero e proprio lavoro di raccolta dei dati dai database di Istat.  Le numerose informazioni reperite sono state inserite in tabelle e, per queste, sono stati pensati grafici di diverso tipo per meglio descriverle. Utilizzando gli strumenti delle tecnologie digitali offerte